Kishio Suga - Concerto

26.01.2017 – Ore 20.30

Vibrating Fields

Una serata di musica ispirata a Kishio Suga

con
Hanna Hartman
Thomas Ankersmit
Thomas Brinkmann

A cura di Pedro Rocha

Pirelli HangarBicocca presenta una serata musicale con tre concerti di importanti artisti appartenenti alla scena della sperimentazione sonora e musicale contemporanea. Vibrating Fields è un viaggio immersivo ispirato al concetto di “cose” presente nel lavoro di Kishio Suga, in cui la musica e il suono vengono resi visibili e percepibili attraverso la presenza e l’interazione di corpi, oggetti e movimenti.

La serata – che riflette sugli aspetti materiali che ispirano i processi creativi e sul modo in cui i live sono percepiti dal pubblico – si apre con Hanna Hartman che, nel corso degli anni, ha raccolto un’affascinante collezione di materiali ordinari tra i quali viti, aste di metallo, acqua o perfino cibo. L’artista li assembla in modi ogni volta differenti nei suoi live, rivelando e organizzando i suoni con eccezionale ingegno e intuizione. Le performance e la musica di Hartman ci avvicinano alla natura interiore delle “cose” e ci invitano ad andare oltre le loro superfici visibili.
Prosegue Thomas Ankersmit che, nella serie delle sue performance spaziali e sonore Otolith, propone un’esperienza allucinatoria in cui le nostre teste e le nostre orecchie diventano sorgenti sonore. La musica viene letteralmente suonata nella nostra testa, favorendo un’esperienza di ascolto specifica per ciascuno che varia a seconda della conformazione fisica, della posizione e dei movimenti della testa di chi ascolta, svelando la connessione tra lo spazio e la nostra esistenza fisica, che vibrano insieme.
Il concerto si conclude con Thomas Brinkmann, conosciuto come una delle figure chiave che hanno contribuito all’esuberante scena della musica techno sperimentale, esplosa alla fine degli anni ‘90, che propone un live associato a uno dei suoi dischi di riferimento, Klick (2000). Seguendo il suo tipico approccio minimalista, Brinkmann combina sequenze ripetute di loop sonori realizzati con vinili tagliati con un rasoio. Rendendo evidente la materialità e la dinamica che attraversano il suono e l’audio, le combina con la nostra soggettività e inclinazione verso la danza.

HANNA HARTMAN
Hanna Hartman è un’artista sonora, compositrice e performer di origini svedesi con sede oggi a Berlino. Dal 1990 ha iniziato a creare composizioni che sono costituite esclusivamente da suoni autentici, che registra e sviluppa nelle sue performance attraverso movimenti tattili e set-up fatti di oggetti quotidiani.
I suoi lavori sono stati presentati come opere radio, musica elettroacustica, installazioni sonore e concerti facendole ottenere molti premi tra i quali Prix Europa (1998), Karl-Sczuka-Prize (2005), Premio Phonurgia Nova (2006). Nel 2007 e 2008 è stata compositrice-in-residence presso la Radio Svedese. Il suo lavoro è stato presentato in numerosi concerti e festival come Darmstadt Summer Courses, Ultima Oslo, Huddersfield Contemporary Music Festival, El Nicho Aural (Città del Messico) e Akousma (Montreal).

THOMAS ANKERSMIT
Thomas Ankersmit (Olanda, 1979) è musicista e compositore con sede a Berlino e Amsterdam. Dal 2006 il suo strumento principale, sia dal vivo che in studio, è il sintetizzatore modulare Serge. Il suo lavoro è incentrato su fenomeni acustici come riflessioni del suono, vibrazioni a infrasuoni, otoemissioni acustiche e proiezioni altamente direzionali del suono. Ankersmit porta avanti da lungo tempo collaborazioni con il compositore minimalista newyorkese Phill Niblock e l’italiano Valerio Tricoli. Il suo lavoro è stato presentato in istituzioni come Hamburger Bahnhof e KW, Berlino; Stedelijk Museum, Amsterdam; Kunsthalle, Basilea; MoMA PS1, New York; e nei festival di musica sperimentale e contemporanea in tutto il mondo. I progetti attuali includono lavori commissionati per CTM e Berghain (Berlino) costruiti sulla base di infrasuoni e risonanze architettoniche, e da GRM (Paris) basati sulla ricerca di Pierre Schaeffer.

THOMAS BRINKMANN
Thomas Brinkmann è un musicista tedesco iconico e un produttore rinomato per i suoi lavori sonori che si presentano in forme diverse, come la techno, il minimalismo e l’ambient.
Brinkmann divenne noto nella seconda metà degli anni ‘90 per le sue tecniche uniche utilizzando giradischi meticolosamente modificati e per la creazione di beat con dischi in vinile auto-intagliati. Nel 1998 fonda l’etichetta Max Ernst, sua casa di produzione. Da allora ha pubblicato un ampio catalogo di registrazioni, anche per Mute Records (sotto il suo moniker di musica house Soul Center) e un lavoro più sperimentale per etichette come Supposé e Raster-Noton (sotto lo pseudonimo di Ester Brinkmann) e più recentemente per Editions Mego.